Un blog sulle api

Perché aprire un blog sulle api? Ecco da dove é nato!

Aprire un blog. Un blog sulle api. Cosí, come un fulmine a ciel sereno! L’idea é partita da un’esigenza interiore, trovare “Una stanza tutta per me”, alla Virginia Woolf. Ormai due anni e mezzo fa, questo cambio radicale in vita da expat, reso ancora piú tosto tra la pandemia e la lontananza dalla mia famiglia e le amiche, addolcito per niente dallo stress lavorativo e dalla totale mancanza di svago e uscite (andare a fare la spesa a parte), mi ha portato spesso ad essere veramente ma veramente giú, lo ammetto. Immersa di punto in bianco in un contesto completamente diverso (certo, per mia scelta, ma ció lo rende davvero piú facile?), con una lingua che non capivo per niente. Io abituata a capirle le lingue – quelle che ho studiato – mi sentivo spesso soffocare, mi sentivo completamente isolata e lo smartworking non ha per niente aiutato nella socializzazione. Non é stato facile e immagino anche per tante altre persone. Magari é stato lo stesso per te? Se anche tu hai dei momenti bui – cosa piú che naturale, potrebbe esserti d’aiuto capire come ne sono uscita io.

L’idea di scrivere un blog sulle api

Basti, che tra le varie cose che sa fare ci possiamo tranquillamente aggiungere pure lo psicologo, in questi miei stati di profonda disperazione misto panico, ha sempre mantenuto la calma nonostante la sincera preoccupazione. Con molta fermezza ma anche sensibilitá, é riuscito a prendermi per mano e farmi ragionare.

“Allora, cosa ti manca? Cosa ti fa star bene? Cosa sai far bene? Cosa ti piace e potresti fare nel tuo tempo libero?”

Io, tra le lacrime “Scrivere”

“Giusto e lo fai benissimo, mi piace un sacco quello che scrivi”

“Ma cosa? Le email al lavoro?”

“Pure quelle le scrivi bene e mi piacciono! Poi altre cose?”

“Aiutare gli altri? E anche cucinare”

“Perfetto! Cosa potresti fare allora?”

“Perché non scrivere un blog?”

“Un blog?? io po?”

“Perché no? Sei bravissima a scrivere, potresti scrivere delle api e delle nostre avventure apistiche, delle ricette con il miele,…aiuteresti i nostri progetti, le nostre api e tante persone che ne vogliono sapere di piú!”

E lí, é partita la scintilla! Tra una lacrima e un battito di cuore.

Primi passi verso il nostro blog sulle api

Io alle prese col nostro blog sulle api
Io alle prese col nostro blog sulle api

Ho iniziato a dare quel tocco in piú al mio tempo libero cercando come scrivere un blog, ho seguito diverse masterclass al riguardo e nell’ottobre 2020 ho iniziato un corso online che mi ha aiuto tantissimo. É stata una vera e propria guida, molto pratica e interessante, che mi é stata utile nel capire sul da farsi. Mi alzavo presto nei weekend per studiare o magari passavo le serate a leggere, sottolineare e riguardare gli appunti. Ho comprato una montagna di libri sulle api per essere sempre piú informata al riguardo sia per me stessa che per riuscire a preparare contenuti di valore per il nostro blog sulle api. Brain storming, annotazioni, files, esperimenti, idee su idee. Le api e l’apicoltore del mio cuore mi hanno tirato fuori da un brutto tunnel in cui stavo cadendo. Pertanto, tra i motivi per cui esiste questo blog, c’é stata la motivazione estremamente intima e personale di voler aiutare qualcuno condividendo contenuti di valore legati ad una nostra passione. Ecco, vorrei sottolineare questo verbo ´condividere´.

Io alle prese con le api e un blog…ma veramente?

Fin da piccola sono sempre stata discreta, silenziosa e anche piuttosto introversa. Preferivo generalmente ascoltare invece che parlare (e in caso scrivere). Tuttavia se ho qualcosa da dire, la dico eccome e con le persone a cui sono piú legata so essere una radiolina. Se c’é qualcosa di bello, mi piace condividerlo. Sono estrema nelle mie emozioni e se qualcosa mi entusiasma, mi scoppia proprio il cuore e lo devo riversare in un qualche modo. Con il lockdown ho trovato nell’idea del blog un buon mezzo per raggiungere questo obiettivo: una sorta di socializzatore, pensatoio (fan di Harry Potter ne abbiamo?) e starter di cuori e menti. Per quanto riguarda il mio amore per le api sbocciato come un fiore in primavera da quando sono qua, ne ho parlato di piú proprio qui se ti va di approfondire 🙂

La mission del blog Gaeblini

Un altro punto fondamentale, la mission del blog Gäblini: perché scrivere questo blog?? Ovviamente non é solo una mera ‘valvola di sfogo’ per me! Inoltre, lungi da noi fare i saccenti, dirti “si fa cosi, non si fa cosí´, questo proprio no. Quello che vorremmo raggiungere é la sensibilizzazione delle persone nei confronti della natura, di quello che ci circonda e piú nello specifico nei confronti delle api. Ho letto molto al riguardo e sto vivendole altrettanto sulla mia pelle: é un’esperienza veramente stupenda, un mondo assolutamente affascinante e che fa spesso anche riflettere. Ecco, mi piacerebbe dare uno spunto di riflessione, dare quell’input della serie “ah questa non la sapevo proprio, pensa te!“. Aiutare a raggiungere una certa consapevolezza e vedere le cose da una prospettiva un po’ diversa, anche partendo da qualcosa di minuscolo come un’ape.

Come dice Basti “alla fine é una specie di diario con delle informazioni utili”, vero. Prendi questo blog come una finestra su un giardino, quello delle nostre arnie, dei nostri progetti e sogni. E qua e lá, ti spiego come funziona, come facciamo una determinata cosa, il perché,…Speriamo tanto di accendere almeno un po’ la tua curiositá e trasmetterti quello stesso entusiasmo che ci fa scrivere qui!


Il 21 marzo 2022 é stato un anno dal primo articolo del nostro blog sulle api. 45 articoli pubblicati (46 con questo) piú relative traduzioni in inglese e tedesco. 5775 visualizzazioni in totale. Tanti articoli, progetti e rubriche bollono ancora in pentola. Il lavoro dietro é molto, ma dalle ragioni profonde da cui é nato il tutto probabilmente ora ti stupirá meno il fatto di sapere che lo facciamo volentieri 🙂 A te, che ci stai leggendo, non possiamo che ringraziarti davvero con tutto il cuore…e mi raccomando, continua a seguirci!

Un abbraccio,

i Gaeblini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *